Stefano Quarchioni nuovo presidente

Il Rotary Club di Macerata ha un nuovo presidente, Stefano Quarchioni, che lo scorso 25 giugno, nella cornice della Filarmonica estiva, ha ricevuto la spilletta simbolo del passaggio di consegne dal presidente uscente Gianluca Micucci Cecchi. Nel salutare i soci, Micucci Cecchi ha ringraziato la sua squadra e ha illustrato le numerose iniziative e services realizzati durante il suo mandato, oltre quaranta, di rilevanza locale, distrettuale e internazionale. Il Rotary all’Opera e l’Università per tutte le età – di cui ha elogiato il nuovo Consiglio direttivo – sono le pietre più preziose dello “scrigno rotariano”, ma il presidente uscente ha citato anche il progetto Global Grant, che permetterà di aiutare una scuola di Caldarola colpita dal terremoto. «Lascio la guida di un Club che mi ha fatto vivere belle sensazioni e mi ha regalato ricordi indimenticabili, in un rinnovato piacere di stare insieme, condividere, scambiarsi idee, che è il collante di tutto, al di là delle iniziative, dei risultati e della visibilità», ha affermato Micucci Cecchi, che ha proseguito ricordando come il direttivo da lui guidato ha iniziato a raccogliere i frutti di un impegno iniziato da tempo: «la strada è tracciata – ha concluso – e sono sicuro che chi verrà dopo la proseguirà con altrettanta soddisfazione». Il neo presidente Stefano Quarchioni ha aperto il suo intervento condividendo il messaggio e il motto del nuovo presidente del Rotary International, Barry Rassin, riassunto nell’esortazione “Siate d’ispirazione”: «Dobbiamo essere d’ispirazione anche nella città in cui viviamo, per favorirne la qualità della vita, in grado di coniugare i bisogni di tutti», e nell’occasione ha lanciato il Forum distrettuale sull’economia che si terrà il 13 aprile 2019 a Macerata, organizzato in collaborazione con il Club Matteo Ricci, che sarà focalizzato sui servizi pubblici locali e sul loro impatto sulla vita dei cittadini. Quarchioni ha inoltre svelato – esortando chi non l’ha ancora fatto ad affrettarsi – che sono già 250 i rotariani di tutta Italia che hanno prenotato la loro partecipazione alla serata del Rotary all’opera, che come da tradizione si aprirà con la cena di gala a Palazzo Buonaccorsi per poi vivere il clou allo Sferisterio con l’Elisir d’Amore di Gaetano Donizetti.

Infine, il nuovo “capitano” del Rotary Club di Macerata ha presentato la squadra che lo affiancherà: il vice presidente Bruno Mandrelli, già past president, il segretario Patrizia Scaramazza, il tesoriere Andrea Mazzola e il prefetto Mario Belloni. A completare la formazione 2018/2019 i consiglieri Elisabetta Zaccari, Irene Tedone, Mirella Staffolani, Paolo Prospeti, Umberto Massei e Giorgio Mancini, con Luciano Pingi presidente eletto.